I Viottoli

I maschi pentiti del mese, candidati al coccodrillino d'oro, sono alcuni uomini fra coloro che appartengono ad una comunità di base cristiana, i Viottoli, che di pentimento in pentimento, di buona intenzione in buona intenzione, sono riusciti a vedere in tutta la storia umana l'opera esclusiva del Male identificato, in sostanza, con i loro fratelli maschi.

Sembrano così aver aderito ad una nuova forma di Manicheismo su base sessista, oggi molto diffuso. Il tribunale in cui viene espresso un capo d'accusa così feroce ed un giudizio di condanna così radicale, (fatto salvo per un "resto d'Israele" ovvero "uomini e donne ribelli che hanno coltivato il seme fecondo della giustizia vera, ecc., ecc.") è la riunione degli uomini cristiani "qui riuniti convocati dalla Tua parola (o Signore dolce) e dalla parola delle nostre sorelle".
L'accusa durissima è formulata sottoforma di preghiera per impetrare il perdono di Dio e il pentimento dei maschi.
Di fronte a tanta "dolce pietà" e a "sorelle" così affettuose, che dire? Forse che non solo di buone intenzioni è lastricata la via dell'Inferno, ma anche di sensi di colpa.

PREGHIERA DEGLI UOMINI

Tu vedi oggi, Signore dolce, quanti uomini siamo qui riuniti, convocati dalla Tua Parola e dalla parola delle nostre sorelle. Per loro Ti vogliamo innanzitutto ringraziare, per la forza e la tenacia con cui hai impastato la loro femminilità.
Grazie per aver ispirato e sorretto da sempre,e specialmente nei nostri anni, la loro ribellione contro l'ingiustizia, la violenza e la sopraffazione che, dalla notte dei tempi, caratterizzano la relazione degli uomini con loro.
Ti ringraziamo per averci dato consapevolezza di ciò, chiamandoci ad un cammino di liberazione sulla strada che porta al Tuo regno: è la strada del rispetto per ogni Tua creatura, per l'indescrivibile bellezza e l'ineguagliabile equilibrio del creato.
Noi siamo stati e siamo capaci di rovinare tutto ciò che tocchiamo, convinti come siamo di essere, noi
uomini, al centro dell'universo, padroni assoluti di ogni altra creatura. Ti abbiamo sostituito, nel nostro cuore, con altri idoli, ai quali pretendiamo che tutti e tutte si sottomettano. Si chiamano: economia per la ricchezza individuale; politica per legalizzare i soprusi e la violenza; giustizia per impedire la ribellione degli oppressi e delle schiave; eserciti e guerre per imporre la nostra volontà a chi pretende rispetto; istruzione per inculcare nelle giovani generazioni l'amore per questi stessi idoli; religione per annebbiare le menti e i cuori affinchè non riconoscano più Te e la Tua Parola, ma la nostra soltanto.
Chiediamo perdono a Te, Creatore di tutto, che tutto ci hai donato perchè possiamo ammirarlo e goderne. Chiediamo perdono alle donne, per averle costrette a vivere in un mondo che non possono riconoscere come proprio, perchè abbiamo deciso che tutto appartiene a noi. Chiediamo perdono alle bambine e ai bambini, ai giovani e alle ragazze, per non aver offerto loro altra possibilità di crescere che secondo il nostro modello, impedendo loro di vivere appieno la gioia e gli ideali dei loro giovani anni.
Ti ringraziamo per aver continuato a suscitare e sorreggere un "resto d'Israele": sempre nella storia ci sono stati uomini e donne ribelli, che hanno coltivato il seme fecondo della giustizia vera, dell'amore e della solidarietà, del rispetto di tutte le differenze e della pari dignità di tutte le persone.
Dona a ciascuno di noi la sincerità del cuore e la coerenza della vita, affinchè la conversione a cui ci chiami oggi sia concreta e visibile in ciascuno dei giorni che verranno, a cominciare da subito.

Share